Le proprietà nutrizionali della giuggiola

giuggiole

Vicino a casa abbiamo piantato un albero di giuggiole alcune anni fa.
I frutti del giuggiolo ( Zizyphus lotus L.) maturano in questo periodo e ho imparato a fare diverse ricette, il brodo di giuggiole, sciroppo e marmellata.
Il giuggiolo, importato dalla Siria dai romani, inizialmente è stato utilizzato come pianta ornamentale, poi considerato e rivalutato come un vero e proprio albero da frutto per le sue interessanti proprietà nutrizionali, tuttavia le giuggiole non si trovano spesso e sono considerate frutti dimenticati.
Nella zona del monte Conero vicino ad Ancona, in passato, gli alberi erano più diffusi e i frutti si usavano per preparare una bevanda fermentata lo zizifo. La tradizione vuole che gli abitanti delle campagne marchigiane lo considerassero pianta sacra e al sorgere e al calar del sole lo onorassero con il segno della croce. Nella civiltà contadina le giuggiole erano considerate tra i frutti pettorali perché indicate per la cura della tosse. Altre testimonianze riferiscono applicazioni della giuggiola come anti-infiammatorio.

Oggi mentre cercavo degli articoli sulla frutta e i loro antiossidanti, mi sono imbattuta in un articolo in cui ci sono dati interessanti sulle proprietà nutrizionali della giuggiola: Zizyphus lotus L. (Desf.) modulates antioxidant activity and human T-cell proliferation. Gli autori hanno quantificato i livelli di vitamina A, vitamina C, vitamina E nei frutti, semi, foglie e radici del giuggiolo. Inoltre è stata studiata l’attività biologica degli estratti acquosi dei frutti e altre parti dell’albero, in particolare è stato valutato l’effetto sulla proliferazione dei linfociti T. I risultati ottenuti hanno evidenziato un effetto significativo sulla proliferazione delle cellule e confermano che alcune molecole sintetizzate possano esercitare un ruolo modulatore sulle cellule del sistema immunitario.

Ecco l’articolo

E ora qualche ricetta tratta da un manuale sui frutti antichi che scrissi alcuni anni fa con l’agronomo Stefano Tellarini.

Come si prepara il brodo di giuggiole? ci sono diverse versioni. Il decotto può essere preparato approssimativamente come segue: acqua ½ litro, giuggiole ben mature 1/2 kilogrammo e 100 grammi di miele, far bollire per far spappolare i frutti, poi filtrare.

Sciroppo di giuggiole: Mescolare giuggiole e zucchero in proporzione 1:0,5. Conservare in recipienti di vetro e girare di tanto in tanto per facilitare il dissolvimento dello zucchero.

Liquore di giuggiole Ingredienti: 500 g di giuggiole, 0.5 litri di alcool, 2 hg di zucchero, scorza di limone non trattato, mezzo baccello di vaniglia. Porre tutto in un vaso , coprire e mettere all’aperto. Mescolare di tanto in tanto per agevolare lo scioglimento dello zucchero. Far maturare per qualche mese. Le giuggiole le potrete usare come snack dopo pranzo, il liquore troverà impiego come digestivo.

Annunci

6 thoughts on “Le proprietà nutrizionali della giuggiola

  1. molto interessante,ho comprato 1 piantina di giuggiole,vorrei sapere a che cosa appartiene (categoria :LI)ecosa significa grazie

  2. Cercavo una ricetta x utilizzare le giuggiole che la mamma ha raccolto dal suo albero in giardino,grazie delle notizie poi vi saprò dire come sono riuscita a realizzarle.SALUTI MANUELA

  3. Vorrei sapere se le giuggiole sia per il brodo che per lo sciroppo vanno messe intere con il nocciolo,perchè non saprei come fare.Grazie se mi rispondete.!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...