Fibra alimentare….novità in etichetta

fibra-copia.jpg

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE L 285/9 del 29/10/2008 è pubblicata la Direttiva 2008/100/CE della Commissione delle Comunità europee che modifica la Direttiva 90/496/CEE in materia di etichettatura nutrizionale dei prodotti alimentari.

La Direttiva del 2008 detta chiarezza in merito alla definizione di fibra alimentare nelle etichette nutrizionali; ecco le principali novità.

La direttiva ribadisce la definizione di Fibra alimentare riportata nella direttiva 90/496/CEE come sostanza commestibile di origine vegetale che di norma non è idrolizzata dagli enzimi secreti dall’apparato digerente dell’uomo e riporta “ Le fibre alimentari sono tradizionalmente consumate come materie vegetali e hanno uno o più effetti fisiologici benefici, consistenti ad esempio nel ridurre la durata del transito intestinale, aumentare la massa fecale, poter essere fermentate dalla microflora del colon, ridurre la colesterolemia totale e la colesterolemia LDL, ridurre la glicemia postprandiale e l’insulinemia. Dati scientifici recenti indicano che effetti benefici simili possono essere ottenuti con altri polimeri di carboidrati non digeribili e non naturalmente presenti negli alimenti consumati. È pertanto opportuno che la definizione delle fibre alimentari includa i polimeri di carboidrati aventi uno o più effetti fisiologici benefici.
Pertanto con questo termine, non si indicano solamente i componenti di natura polisaccaridica presenti nei vegetali, ma anche molte sostanze che in passato non erano considerate fibre, ne sono esempi l’amido resistente (resistant starch) e oligosaccaridi che non vengono digeriti dagli enzimi intestinali. (Per chi vuole saperne di più sulla definizione di fibra alimentare consiglio di leggere gli approfondimenti che ho allegato.)
Inoltre la nuova direttiva specifica che “ I polimeri di carboidrati di origine vegetale che corrispondono alla definizione delle fibre alimentari possono essere strettamente associati nel vegetale alla lignina o ad altri componenti non carboidratici come i composti fenolici, cere, saponine, fitati, cutina, fitosteroli. Queste sostanze, se strettamente associate a polimeri di carboidrati di origine vegetale ed estratte con i polimeri di carboidrati per l’analisi delle fibre alimentari, possono essere considerate fibre alimentari. Se invece sono separate dai polimeri di carboidrati e addizionate ad alimenti, queste sostanze non possono essere considerate fibre alimentari.”

Un altro importante aspetto affrontato da questa direttiva riguarda la modifica dell’elenco dei coefficienti di conversione per il calcolo del valore energetico riportati dalla direttiva 90/496/CEE. In tale dichiarazione il valore energetico deve essere calcolato usando i seguenti coefficienti di conversione:

  • carboidrati (ad esclusione dei polialcoli) 4 kcal/g – 17 kJ/g
  • polialcoli 2,4 kcal/g – 10 kJ/g
  • proteine 4 kcal/g – 17 kJ/g
  • grassi 9 kcal/g – 37 kJ/g
  • alcool (etanolo) 7 kcal/g – 29 kJ/g
  • acidi organici 3 kcal/g – 13 kJ/g
  • In questo documento la fibra alimentare non viene elencata. Infatti la determinazione del valore energetico della fibra alimentare rappresenta una problematica di non facile soluzione, infatti oltre alle variabili che normalmente incidono sull’apporto energetico garantito dai nutrienti, nel caso della fibra alimentare esistono altri aspetti da considerare come l’incertezza delle determinazioni analitiche, la parte di fibra utilizzata dalla flora intestinale e solo parzialmente recuperabile dall’individuo e la capacità intriseca della fibra alimentare di limitare l’utilizzazione di altri nutrienti. Tuttavia il rapporto FAO di un seminario tecnico sull’energia alimentare — metodi di analisi e coefficienti di conversione- indica che il 70 % delle fibre presenti degli alimenti tradizionali si possono considerare fermentabili. Pertanto nel nuovo documento, per tenere conto dei nuovi sviluppi scientifici e tecnologici, la Commissione ha ritenuto necessario modificare l’elenco dei coefficienti di conversione per il calcolo del valore energetico e ha fissato il valore energetico medio delle fibre alimentari in 8 kJ/g (2 kcal/g).

    Ciò sfata il concetto che la fibra alimentare non apporti calorie e significa che presto, nelle etichette nutrizionali, il contenuto calorico riportato dovrà considerare anche l’apporto fornito dalla fibra alimentare. Ad esempio se 100gr di un alimento contiene 5g di fibre alimentari , il suo apporto calorico dovrà essere addizionato di 10Kcal (5gdi fibra x 2Kcal)

    Tali disposizioni dovranno essere applicate a partire dal 31 ottobre 2009, con proibizione assoluta di commercializzare i prodotti non conformi a decorrere dal 31 ottobre 2012.

    Per concludere il quadro sulla etichettuatura inerente la fibre alimentare devo ricordare l’allegato del regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari. In questo documento vengono definite le condizioni di applicazione di indicazioni nutrizionali quali «fonte di fibre» o «ad alto contenuto di fibre»
    L’indicazione che un alimento è “fonte di fibre” e ogni altra indicazione che può avere lo stesso significato sono consentite solo se il prodotto contiene almeno 3 g di fibre per 100 g o almeno 1,5 g di fibre per 100 kcal.
    L’indicazione che un alimento è ad “alto contenuto di fibre” e ogni altra indicazione che può avere lo stesso significato sono consentite solo se il prodotto contiene almeno 6 g di fibre per 100 g o almeno 3 g di fibre per 100 kcal.

    Per chi vuole saperne di più
    Questione di fibre
    -Fibra Alimentare-INRAN
    -Carboidrati e Fibra Alimentare -SINU
    Direttiva 2008/100/CE
    Direttiva 90/496/CEE
    Indicazioni nutrizionali e sulla salute relative agli alimenti reg. CE n. 1924/06

    Annunci

    One thought on “Fibra alimentare….novità in etichetta

    1. Pingback: Nutrimenti » Blog Archive » Carnevale della chimica in fermento

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...