Sweet discovery on vaccines

vaccino

Uno studente del corso di laurea specialistica in biologia applicata dell’ UNIVPM (ex-studente del Corso di Biochimica degli Alimenti) ha sollevato un’ interessante questione. Tra le notizie Ansa ha letto che è stato sviluppato un nuovo vaccino contro l’influenza basato sull’inulina.
Come descritto in un post precedente con il termine inulina si riferisce a un gruppo eterogeneo di polimeri o di oligomeri del fruttosio a catena lineare idrosolubili, ampiamente diffusi in natura e utilizzati come carboidrati di riserva d delle piante da fiore.
Ho cercato informazioni a tale riguardo ed è emerso che l’inulina è stata utilizzata in vaccini ma come adiuvante .
Gli adiuvanti sono sostanze presenti nei vaccini anche piccolissime quantità necessari per prevenire contaminazioni batteriche, evitare la perdita di efficacia nel tempo o potenziare la risposta immunitaria. I più utilizzati sono antibiotici, alluminio (sali di alluminio), formaldeide, monossido di glutammato (MSG); solfato (sodio metabisolfito), thimerosal (contiene mercurio). Queste sostanze sono oggetto di dibattito per quanto concerne la loro sicurezza, pertanto gli studi stanno cercando nuove soluzioni.
Studi condotti su diversi modelli animali hanno evidenziato che l’utilizzo di inulina o di derivati come Algammulin (sospensione di inulina e alluminio) come adiuvante rende il vaccino più efficace (Tabella) (Silva DG et al. 2004).
Un recente lavoro ha dimostrato in modelli animali che anche la supplementazione orale con inulina e fruttoligosaccaridi migliora l’efficacia di vaccini assunti per via orale come il vaccino contro la Salmonella (Benyacoub J et al. 2008) .
Infatti l’inulina così come altri oligofruttosi sono in grado di stimolare non solo il sistema immunitario del tessuto linfatico associato all’intestino (GALT Gut Associated Lymphoid Tissue) ma anche il sistema immunitario sistemico. E’ stato dimostrato che soprattutto la gamma inulina, forma insolubile dell’inulina, è in grado il stimolare la risposta infiammatoria sia umorale che cellulo-mediata attivando il sistema del complemento attraverso la via alternativa ossia senza il coinvolgimento dell’anticorpo (ACP, alternative complement pathway). Anche l’inulina nativa, contenente prevalentemente forme alfa e beta, svolgono questa azione ma in misura inferiore rispetto alla forma gamma.

Annunci

One thought on “Sweet discovery on vaccines

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...